«È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.» William Shakespeare

mercoledì 3 novembre 2010

Sarde verdi e profumate

Come rendere gustose e un po' speciali delle semplicissime ma buonissime e freschissime sarde? 
Non serve niente di complicato, solo qualche erba aromatica e un po' di pane raffermo. Ecco come le ho cucinate qualche giorno fà ... spazzolando poi completamente tutta la teglia. :)


INGREDIENTI: per 2 persone
500 gr di sarde
2 fette di pane raffermo senza crosta
un ciuffo di prezzemolo
qualche foglia di salvia
un rametto di rosmarino
succo di 1 limone
olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:
Staccate la testa alle sarde e tiratela infilando la punta di un dito dentro il pancino per eviscerarle.
Sciacquatele velocemente sotto l'acqua fresca e lasciatele in un colapasta a sgrondare per bene.
Nel frattempo preparate la panatura: mettete nel mixer il pane raffermo tagliato a pezzetti, le erbe aromatiche lavate ed asciugate (togliendo il rametto centrale e più legnoso del rosmarino).
Unite 4 cucchiai di olio, un pizzico di sale e di pepe e frullate fino ad ottenere una panatura omogenea ma non troppo fine. Se la panatura vi sembra troppo asciutta unite ancora un goccio di olio.
Disponete a questo punto le sarde in una teglia da forno leggermente oliata, spremete il limone sulla superficie del pesce e distribuitevi sopra la panatura.
Infornate per 10 minuti a 180°C.

15 commenti:

  1. le sarde così preparate, semplici e aromatiche, sono una vera delizia; le preparo spesso anch'io

    RispondiElimina
  2. Oltre a essere semplici sono anche un piacere per gli occhi =) un piatto pulito, di casa =)

    RispondiElimina
  3. un piatto ricchissimo di sapori colori e gusto...che buono che deve essere una vero piatto di quelli saporitissimi!!baci imma

    RispondiElimina
  4. sono deliziose ! la gratinutura mi piace molto

    RispondiElimina
  5. Semplice ma sempre deliziose! Gratinate poi possono essere servite sia come secondo che come antipasto!

    Donatella

    RispondiElimina
  6. Il miglior modo per gustare ed esaltare questi pesci è questo, davvero originale la panure!

    RispondiElimina
  7. poi la cosa più appagante è raggattare con la forchetta la gratinatura che è rimasta nella teglia :D
    buonissime!

    RispondiElimina
  8. Che ricetta gustosa, veramente gustosa :)

    RispondiElimina
  9. voglio proprio provarle per mio marito,che di sarde e'ghiottissimo :)

    RispondiElimina
  10. Ciao...Quest'anno ho organizzato lo swap natalizio....spero vorrai partecipare anche tu:-) ti aspetto nel mio blog dove è tutto spiegato come avverrà:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  11. ecco perché mi lecco sempre le dita :) ... Belle foto ;)

    RispondiElimina
  12. Spesso è nella semplicità che si riescono a riscoprire i sapori e questo piatto ne è la prova.. una vera meraviglia.. complimenti per tutto.. il blog è stupendo è sono molto felice di averti scoperto..

    RispondiElimina
  13. Quei 'baffetti' da sarda che spuntano nella foto sono deliziosi!

    RispondiElimina
  14. Solo i colori di questo piatto mi fanno cadere in tentazione!
    Grande Cipolla!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Solo i colori di questo piatto mi fanno cadere in tentazione!
    Grande Cipolla!
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia un commento e non dimenticare la tua firma ... così saprò con chi sto parlando ^_^