«È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.» William Shakespeare

lunedì 27 aprile 2009

Mezzelune ai gamberi, ricotta e aneto con profumo di zenzero e limone

Dovranno essere eleganti, profumati, delicati... ecco cosa ho pensato quando mi è venuta l'idea di preparare questi ravioli e di abbinare questi ingredienti e questi sapori nel piatto.
Il risultato è stato apprezzato dai miei ospiti ... e voi cosa ne dite?


Mezzelune ai gamberi, ricotta e aneto con profumo di zenzero e limone


Ingredienti x 4 persone


Per la pasta
200 gr di farina 00
2 uova
1 cucchiaio di olio extravergine
acqua (se dovesse servire)

Preparate un classico impasto con questi ingredienti, formate una palla e mettetela a riposare in frigorifero, ricoperta con pellicola, per almeno 30 minuti.

Per la farcia e il condimento
500 gr di code di gambero
250 gr di ricotta
un ciuffo di aneto
scorza di limone
un pizzico di zenzero in polvere
vino bianco secco
1 carota
1 costa di sedano
2 scalogni
cognac
pochissimo burro
pochissima farina 00
olio extravergine q.b.
sale q.b.
pepe bianco q.b.

Sgusciate a crudo le code di gambero lasciandone 6 a testa con la "codina" attaccata ... sono più carini da vedersi nel piatto!
ATTENZIONE: non buttate i gusci!!!
In una pentola dai bordi alti, mettete qualche cucchiaio di olio, la carota, il sedano e uno scalogno tagliati a pezzi grossolani, e fate insaporire le verdure insieme ai gusci dei gamberi per qualche minuto.
Sfumate con un goccio di vino bianco.
Unite quindi acqua calda e coprite a filo tutti gli ingredienti. Chiudete con coperchio e fate sobbollire dolcemente fino a quando il brodo sarà ridotto a metà della metà.
Passate quindi al colino il brodo e al passaverdura tutti i gusci con anche le verdure per estrarre tutti i succhi e i sapori possibili.
Con pochissimo burro e pari quantità di farina preparate un impasto che aggiungerete a pezzetti nel brodo ottenuto per farlo addensare.
Scaldando il brodo unite poco alla volta questo composto, quando raggiunge la densità desiderata non unitene più altrimenti rischiate di ispessire troppo il sugo.
Questo sugo vi servirà per condire i ravioli.
Prendete ora i gamberi e metteteli in una padella dove avrete fatto imbiondire, in poco olio, uno scalogno tritato finemente.
Quando sono diventati rossi, unite un pizzico di pepe bianco, un po' di zenzero in polvere e regolate di sale. Sfumateli con un goccio, ma proprio un goccio, di cognac.
Tenete da parte i gamberi "con la coda" e tritate con la mezzaluna i restanti gamberi.
Unitevi la ricotta, ben scolata, e l'aneto tritato. Regolate di sale.
Aggiungete un pizzico di scorza di limone grattugiata e mescolate bene (farcia dei ravioli).
Tirate la sfoglia e con l'apposito attrezzo tagliate dei cerchi. Io ho usato la dimensione di 8 cm di diametro e ho quindi preparato 4 grossi ravioli a persona.
Riempite ogni raviolo con un cucchiaio di farcia e chiudete bene premendo i bordi.
Unite ai gamberi rimasti il brodo ispessito che avevate preparato in precedenza.
Tuffate i ravioli in acqua bollente salata, scolateli e conditeli con il sugo.
Disponete in ogni piatto 4 ravioli distribuitevi sopra 6 gamberi e decorate con un ciuffetto di aneto fresco.

Mezzelune ai gamberi, ricotta e aneto con profumo di zenzero e limone

21 commenti:

  1. io dico che sono fantastici! chissà che buoni con questo ripieno!!

    RispondiElimina
  2. Orientali nella forma...profumatissimi e buonissimi, vero?
    Alexandra

    RispondiElimina
  3. Ciao! ma che piatto raffinato! dei ravioli davvero originali e saporitissimi! poi a noi i primi di pesce piacciono particolarmente!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Io dico che hai creato un primo degno di un altisonante ristorante!!!Complimentissimi!!!!
    bacione

    RispondiElimina
  5. Ho trovato il tuo blog curiosando per la rete e ti ho riconosciuta dalle foto su Flickr.

    Complimenti per le ricette che sono veramente curate, sei finita subito nella lista dei link del mio blog ;)

    A rivederci qua o su Flickr. Ciao!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia! sicuramente erano proprio come li volevi tu: eleganti e delicati! bravissima!

    RispondiElimina
  7. Eccellenti...profomi e gusti superbi. Bravissima
    un bacione
    fra

    RispondiElimina
  8. mamma mia...stupendi!!! Non ci sono parole davvero!
    Appena ho questi ingredienti li provo, devono essere troppo buoni!!!
    Tanti bacioni
    Ago :-D

    P.S.: Ho trasferito il blog!
    Il nuovo indirizzo è:


    http://paneburromarmellata.blogspot.com

    RispondiElimina
  9. ti ho trovata da poco, ma in assoluto uno dei più bei blog della rete! Ne sono rimasta incantata.
    un caro saluto.
    Sabrina

    RispondiElimina
  10. siete tutti carinissimi.... smacckete
    :))))) vi voglio bene!


    AG... che bella sorpresa!

    Ago ti passerò a trovare presto, giuro!

    RispondiElimina
  11. raffinati sono raffinati! Hai usato una bisque ai gamberi per condirli..sapore nel sapore..brava i miei complimenti..

    RispondiElimina
  12. CIAO CARISSIMA,HO LANCIATO OGGI UNA NUOVA RACCOLTA CHE PARLA "DEI DOLCI PIU BUONI DEL MONDO"E AVREI PIACERE CHE TU PARTECIPASSI...TUTTI I DETTAGLI SUL MIO BLOG,BACI IMMA

    RispondiElimina
  13. l'aspetto e'da paura!!!
    complimenti ;)

    RispondiElimina
  14. ne dico che saranno stati buonissimiiiii...complimenti..
    buona domenica

    RispondiElimina
  15. Eleganti e buonissimi! Io ne preparo una versione in cui uso zenzero fresco per saltare in gamberi ... vera poesia :-) Mi piace molto la forma a mezzaluna!

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia un commento e non dimenticare la tua firma ... così saprò con chi sto parlando ^_^