«È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.» William Shakespeare

lunedì 2 gennaio 2012

Moscato e panettone... la merenda delle feste

Tornata ieri da questtro spettacolari giorni ad Arezzo sento ancora l'adrenalina nelle gambe per le scarpinate tra piazze, vie e vicoletti. Ancora nelle narici il profumo di bistecca alla fiorentina e sul palato quel gusto intenso di rosso toscano sorseggiato a meno di un'ora alla mezzanotte.

Oggi sono qui a guardare fuori dalla mia finestra e vedo pioggia e grigio. Unica soluzione ... pennichelle, computer, un bel film di quelli intramontabili ed ora una fantastica merenda: panettone e moscato! 
Però missà che ho sbagliato bicchiere... non riesco ad inzuppare la fetta nel flute! La prossima volta prendo la tazza del caffellatte.... bella grande :D

Ora inserisco nel portatile la scheda della macchina fotografica (come sempre tutta piena) e comincio a scaricare, sfogliare, scegliere... e domani vi pubblico qualche foto del mio capodanno aretino.


Intanto brindo a voi e vi lascio con il mio augurio di Buon Anno che ancora non vi ho fatto!


Baci...

Buon Anno!!!

[nel bicchiere: Scannagallo Igt rosso di Toscana]

13 commenti:

  1. Grande, mi piace l'idea della tazzona gigante ;-)

    Attendo le foto

    RispondiElimina
  2. ciao buon anno! le foto... le foto:):)

    RispondiElimina
  3. Tanti tanti auguri anche a te te Leda, che il 2012 ti regali belle sorprese, serenità, gioia, affetto e tutto ciò che ci rende la vita migliore. Un bacione

    RispondiElimina
  4. premesso che ciò che resta nei muscoli dopo uno sforzo si chiama acido lattico e non adrenalina... fatti una ricerchina su wikipedia...
    e premesso anche che 4 non si scrive "questtro" perchè in certi casi neanche l'italiano è un'opinione...
    detto ciò...
    bentornata!
    ah dimenticavo... il panettone "puciato" nel moscato non si può sentire...
    e se la tazza del caffelatte si chiama tazza del caffelatte ci sarà un motivo no? se no si chiamerebbe tazza del panettonemoscato...
    ma soprattutto Buon Anno!

    RispondiElimina
  5. Augurissimi di buon anno!!
    Sara

    RispondiElimina
  6. @TDM
    postilla 1: no no intendevo proprio l'adrenalina (sai quella voglia di "riempirsi il cuore e gli occhi" di cose belle che non ti lascia tranquilla nemmeno un secondo?). L'acido lattico l'ho smaltito già dal secondo giorno quando è stato sostituito dal vino! :)

    postilla 2: ho scritto "quesstro" perché probabilmente dopo il secondo flute di moscato le lettere sulla tastiera si spostano da sole... ste stronze! :S

    postilla 3: te non puoi capire la goduria del puccia puccia! :P Ne riparliamo quando sforni...

    postilla 4: bella la tazza del "panettonemoscato", dovrebbero inventarla... ci mettiamo in società? :D


    @tutti
    Le foto arrivano e grazie degli auguri! ^_^

    RispondiElimina
  7. ciao, non ho mai provato ad inzuppare il panettone nel moscato....ottima idea ;)))
    Sono stata qualche anno fa ad Arezzo e mi è piaciuta tantissimo, ci tornerei volentieri.
    Buon anno cara!!

    RispondiElimina
  8. La tua città così bella mi ricorda che è vicina e che ci vengo troppo poco. La Piazza Grande mi toglie il respiro ogni volta. Devo tornarci presto.
    Mille e mille auguri anche a te per questo anno che è già partito di corsa e chi sa dove ci porterà! Io ferma a guardare però non ci stò. Un abbraccione grande, Pat

    RispondiElimina
  9. che sia un anno pieno solo di cose belle e positive!
    Auguroni

    RispondiElimina
  10. Tantissimi auguri per un felice 2012!!! :-)

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia un commento e non dimenticare la tua firma ... così saprò con chi sto parlando ^_^