«È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.» William Shakespeare

venerdì 18 marzo 2011

Arrosto di maiale al timo, aglio e vino rosso

Per fare questa ricetta dovrete chiedere al macellaio di tagliarvi un arrosto dalla parte della lombata, perché questo taglio ha il giusto equilibrio tra carne e grasso e permette le cotture prolungate. Otterrete in questo modo un arrosto morbido e succulento, invece di uno asciutto e stopposo.
La preparazione è veramente semplice, si tratta solo di avere un po' di pazienza a tenere la carne regolarmente bagnata con il vino.


Arrosto di maiale al timo, aglio e vino rosso


INGREDIENTI:
1 arrosto dalla lombata di maiale (da 1 kg circa)
4 spicchi d'aglio
350 ml di vino rosso corposo (consiglio un Valcalepio)
1 cucchiaino di timo essiccato
fleur de sel
pepe nero
olio extravergine d'oliva

PREPARAZIONE:
Fate scaldare il vino in un padellino con il timo e gli spicchi d'aglio schiacciati, in modo che si aromatizzi.
Legate l'arrosto (se il macellaio non l'ha già fatto gentilmente per voi) e rosolatelo in una cocotte con qualche cucchiaio di olio. Fate sigillare bene la carne su tutti i lati. Trasferite quindi la cocotte nel forno e cuocete per 1 ora e 30 minuti a 160°. Bagnate regolarmente la carne con il vino aromatizzato (tenuto sempre caldo). Condite l'arrosto con il fleur de sel soltanto a metà cottura.
Ottimo servito con delle semplici patate al forno.

[l'ispirazione per questa ricetta viene dal libro Arrosti, di Stéphane Reynaud]


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore.
Copyright © GustosaMente - All Rights Reserved

18 commenti:

  1. non può nn esser buono! ^_^

    RispondiElimina
  2. bellissimo,dev'essere molto buono!

    RispondiElimina
  3. Ti è venuto benissimo, si vede dal taglio!! ciao

    RispondiElimina
  4. Sono perfettamente d'accordo con te...grande risultato!!!

    Un saluto, Fabi

    RispondiElimina
  5. Ottimo e veramente ben cotto, la foto sembra un quadro, buona giornata.

    RispondiElimina
  6. Un aspetto meraviglioso,adoro l'arrosto cotto al vino rosso. Un saluto

    RispondiElimina
  7. lo mangerei tuttooooooooooooo!! buonissimo!!!

    RispondiElimina
  8. ciao ho trovato il tuo blog per caso e ne sono rimasta affascinata..è bellissimo..t ho aggiunta tra le mie preferite e mi sono inserita tra ituoi sostenitori.un bacio terry passa da me se t va':)

    RispondiElimina
  9. Stupendo e starebbe molto meglio nel mio stomaco...:P...complimenti.1 bbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  10. non può che essere ottimo!:)complimenti a questa e a tutte le altre ricette!:)

    RispondiElimina
  11. Ciao, un arrosto così saporito e profumato fa proprio al caso nostro. Certo, con ingredienti così ricercati, è un piatto da vero chef.
    Complimenti.
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Un arrosto profumato e "m'briachello"...divino :)

    RispondiElimina
  13. Gnamm..giá me lo vedo con la carne argentina..!!

    RispondiElimina
  14. immagino sia buonissimo!!!

    passa da me che c'è un pensierino!!
    http://oliosaleecincy.blogspot.com/2011/03/un-altro-regalino-che-bello.html
    un bacio
    Cincy

    RispondiElimina
  15. Adoro questi arrosti che vengono cullati dolcemente a fuoco lento e prolungato come se fosse una ninna nanna!
    Donatella

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia un commento e non dimenticare la tua firma ... così saprò con chi sto parlando ^_^